Non sprechiamo questa crisi

, di Emma Bonino

Non sprechiamo questa crisi

Pubblichiamo, su sua gentile concessione, il messaggio inviato dalla Vice-presidente del Senato Emma Bonino ad un convegno organizzato dalla sezione di Ferrara del Movimento Federalista Europeo. Il messaggio è stato pubblicato anche sul sito di Emma Bonino.

È con grande rammarico che sono stata costretta a rinunciare ad essere presente qui con voi oggi. Il federalismo è da sempre un caposaldo ideologico e programmatico della parte politica cui appartengo: ricordo che per lungo tempo il gruppo parlamentare radicale dalla camera si è chiamato “gruppo federalista europeo”.

Si dice che le crisi sono allo stesso tempo opportunità. Aggiungo che se i due termini sono anche in proporzione diretta, l’Europa ha un’opportunità enorme, perché appunto di enormi proporzioni è la crisi fiscale, finanziaria ed economica che stiamo attraversando.

Il mio messaggio, o meglio il mio appello, al vostro convegno di oggi è perciò molto semplice: non sprechiamo questa crisi.

Non sprechiamola puntando a soluzioni tecnocratiche, di ingegneria – o presunta tale – finanziaria che i cittadini europei non capiscono e che i mercati non comprano. Non sprechiamola puntando al solito minimo comune denominatore che sembra mettere d’accordo tutti mentre invece non accontenta nessuno. Non sprechiamola attraverso il solito metodo di fare – o meglio: di illudersi di fare - l’Europa a tentoni, a passi talmente piccoli che la speranza non confessata è che non se ne accorgano proprio coloro in nome dei quali dovremmo farla: i cittadini europei.

La visone funzionalista del fare l’Europa attraverso l’economia, sulle sole gambe di un’elite tecnocratica, è arrivata al capolinea – se non altro perché questa economia europea non è più in grado di spingere nulla in avanti e rischia semmai di travolgere nel suo riflusso quel poco che siamo riusciti a costruire in questi decenni, cioè il mercato interno e l’unione monetaria.

Credo fermamente che sia arrivato il momento di ripristinare il primato della politica nel processo di integrazione europea, di parlare ai cuori e alle menti dei cittadini europei, di costruire una immagine positiva attorno agli Stati Uniti d’Europa, che dica apertamente cosa c’è da perdere nella non Europa e cosa c’è da guadagnare nella costruzione di un’Europa federale. Alla luce dei rischi che stiamo correndo, gli esempi davvero non mancherebbero.

Nessuno può farlo meglio del Partito Radicale e del Movimento Federalista Europeo, che lo fanno da sempre e sempre hanno continuato a farlo anche nei momenti più difficili di questo lungo percorso per integrare l’Europa.

È per questo che auguro a questa di Ferrara e a tutte le altre vostre iniziative il più grande successo.

Viva gli Stati Uniti d’Europa.

Parole chiave

Tuoi commenti

moderato a priori

Attenzione, il tuo messaggio sarà pubblicato solo dopo essere stato controllato ed approvato.

Chi sei?

Per mostrare qui il tuo avatar, registralo prima su gravatar.com (gratis e indolore). Non dimenticare di fornire il tuo indirizzo email.

Inserisci qui il tuo commento

Questo form accetta scorciatoie SPIP [->url] {{gras}} {italique} <quote> <code> et le code HTML <q> <del> <ins>. Per creare i paragrafi, lascia delle linee vuote.

Suivre les commentaires : RSS 2.0 | Atom